Milano – SMAU: Privacy: sfida da vincere per crescere nel Digital Single Market

Molte novità attendono i partecipanti alla 53ma edizione di Smau Milano dal 25 al 27 ottobre a Fieramilanocity. Il programma dei tre giorni si preannuncia, infatti, molto fitto di appuntamenti, vòlti principalmente a favorire gli incontri d’affari tra le imprese in visita e i protagonisti dell’innovazione: startup innovative, partner tecnologici, incubatori e acceleratori.

Il programma dei tre giorni prevede, infatti, un calendario di workshop che si svolgeranno in due arene dedicate e saranno brevi pillole da 50 minuti tenute da professionisti indipendenti, docenti, formatori specializzati e player del settore. I workshop avranno l’obiettivo principale di fornire competenze tecniche su tematiche di forte attualità come Datacenter, Infrastrutture, soluzioni di Backup, Networking, Cloud Computing, Information Security, Unified Communication&Collaboration, IoT, Big Data, Cybercrime, Business Continuity e molto altro.

marco1_600Tra gli incontri in programma anche quello di Marco Parretti, Consultant di Colin & Partners, che – all’interno dello spazio AIPSI – parlerà alle aziende delle implicazioni pratiche della nuova normativa europea sulla protezione dei dati personali.

Privacy: sfida da vincere per crescere nel Digital Single Market

La GDPR – General Data Protection Regulation è il nuovo sistema di gestione Privacy a cui aziende ed organizzazioni dovranno aderire entro meno di due anni. Dopo inizieranno controlli e sanzioni che, ormai è noto, possono infliggere colpi molto duri ai conti aziendali.

Cosa significa per le imprese, al di là delle formule e dei testi normativi?

Significa guardare all’Europa preparandosi in modo tutt’altro che teorico. Occorre:

  • Mappare ruoli, trattamenti e individuare i processi aziendali coinvolti e da coinvolgere
  • Programmare attività, investimenti e correttivi.
  • Considerare gli aspetti di continuità tra gli obblighi vigenti e quanto è imposto dalla GDPR ed agire per step progressivi, in base al risk assessment effettuato.
  • Avere chiari compiti e responsabilità di ogni Direzione e comparto aziendale.
  • Rivedere policy interne e rapporti con fornitori esterni.
  • Integrare la privacy tra i sistemi di gestione aziendali agendo per prevenire le criticità e reagire velocemente ad eventuali incidenti.
  • Formarsi e formare il personale.

L’intervento – rivolto a CEO, IT manager, HR manager, Marketing manager, Uffici legali interni e Ufficio acquisti – approfondirà proprio la fase fondamentale di Assessment aziendale e prevenzione del rischio, rendendo più chiaro il percorso possibile per adeguare la propria realtà al prossimo assetto normativo. Saranno infine ricordati, in modo schematico e chiaro, gli aspetti inerenti sanzioni e controlli previsti.